Articoli con tag: concorso

Bicicletterario

Poesia e narrativa a pedali

header-blog

comune-info.net, 29/01/2017


locandina-bicicletterario-2017-prorogaIl Bicicletterario è il premio letterario per opere inedite che abbiano come tema la bicicletta
: unico, in questo, tanto in Italia quanto nel mondo. È stato ideato da Cosmos-Comitato Spontaneo Mobilità Sostenibile partendo da un piccolo centro del sud-Lazio, Minturno (Latina), da cui ha raggiunto tutta l’Italia, superando anche i confini nazionali.

A iscrizione gratuita, è rivolto a tutte le fasce di età, articolandosi in sezioni per bambini, ragazzi e adulti, tanto per componimenti in versi che per racconti brevi.

Un premio speciale che ha raccolto intorno a sé simpatie ed entusiasmo. La giuria è composta da giornalisti, scrittori, blogger, direttori artistici, uomini di teatro e cicloamatori. Attraverso l’espressione letteraria, si vuole dunque parlare di bicicletta, delle sue molteplici declinazioni, dei sentimenti che suscita, dei ricordi che evoca, del futuro che può aiutarci a costruire.

Le opere vanno inviate a bicicletterario@gmail.com entro il 20 febbraio 2017 (la scadenza precedentemente prevista, il 20 gennaio, è stata prorogata): il bando completo è consultabile e scaricabile sul sito www.bicicletterario.blogspot.it. È possibile seguire Il Bicicletterario su facebook e twitter, attraverso le pagine omonime.

Anche quest’anno, madrina del premio sarà Rossella Tempesta, poeta pluripremiata e molto apprezzata, autrice di versi pieni di vita, luoghi, odori e sapori, entusiasta sostenitrice de Il Bicicletterario. Emilio Rigatti, scrittore, cicloviaggiatore e insegnante, si conferma come presidente onorario della giuria.

Per chi si stesse chiedendo perché partecipare?, è perfino prevista una sorta di risposta/invito per punti, reperibile in una apposita pagina del sito.

E, su youtube, si può guardare il bel video di presentazione che invita tutti a partecipare:

La premiazione, poi, avverrà – come da tradizione, ormai – in una festa dedicata alla bicicletta, tra letteratura, arte varia, fotografia, musica, artigianato e tante altre iniziative: l’appuntamento è fissato per il 2 e 3 giugno 2017, sulla costa laziale, a Scauri di Minturno (Lt). In quell’occasione verranno premiati anche i vincitori di Scattofisso – Premio Internazionale di Fotografia a tema, manco a dirlo, ‘bicicletta e letteratura’: patrocinato dal Fondo Internazionale per la Fotografia, è alla sua seconda edizione. Anche il bando di questa ‘filiazione’ per immagini de Il Bicicletterario è disponibile sul sito ufficiale, tanto in italiano che in inglese, a questo indirizzo:

https://drive.google.com/file/d/0Bzvosud_er94NFdfbDh3TDZuQUlPeHRxWVZ5ZDVrcVlCMmRr/view

Categorie: bicicletta, iniziative | Tag: , , | Lascia un commento

Studenti e territorio – due concorsi per le scuole

Classe Turistica 2017, parte il concorso TCI per le scuole superiori

Tecnologia e un viaggio nelle Dolomiti per i migliori video sul tema del turismo sostenibile

La classe vincitrice nel 2016

touringclub.it, 03/01/2017

Entusiasmo, amore per la natura, conoscenza, mancanza di pregiudizi fanno di un viaggio uno strumento di scoperta, un generatore di domande e di crescita personale. Con questa premessa si apre la nuova edizione di “Classe Turistica. Festival del Turismo Sostenibile nelle Scuole. Educare al Paesaggio”, il concorso che il Touring Club Italiano, in collaborazione con il MIUR, propone a tutte le Scuole Secondarie Superiori d’Italia.

REALIZZARE UN VIDEO DI VIAGGIO

In questa undicesima edizione verrà chiesto agli studenti e ai loro insegnanti di produrre un breve video che valorizzi proposte di turismo sostenibile nel proprio territorio o in quello esplorato nel corso della loro gita scolastica.

Una giuria di scrittori, blogger e giornalisti selezionerà i finalisti che riceveranno con il contributo di Intervideo sistemi interattivi multimediali, e grazie al partner TransDolomites un soggiorno in Val di Fiemme, la suggestiva location dove si svolgeranno le premiazioni 2017.

GLI OBIETTIVI DEL CONCORSO

L’iniziativa nasce non solo con l’intento di educare le giovani generazioni a conoscere e tutelare il proprio territorio proponendo un turismo sostenibile, anche attraverso le nuove tecnologie, ma nasce anche dalla consapevolezza dell’importanza del valore formativo del viaggio d’istruzione, quale momento di arricchimento conoscitivo, culturale, umano e professionale.

E allora che sia al mare o in montagna, in una città d’arte o in una terra di grandi tradizioni artigiane, in un borgo medievale o in una grande metropoli europea, fate del vostro meglio e scatenate la fantasia per un video che renda al meglio il senso del vostro viaggio.

BANDO E MODALITA’ D’ISCRIZIONE

Per partecipare al concorso la classe dovrà compilare entro il 14 aprile 2017, il modulo di iscrizione sul sito www.classeturistica.it

Per visionare il Bando 2017 vai alla pagina dedicata

CONTATTI

Per qualsiasi informazione aggiuntiva scrivi a classeturistica@touringclub.it

Gli studenti dell’edizione 2016 davanti al panorama dolomitico del passo Pordoi

*****

Fotografi di classe

“Fotografi di classe” è il concorso fotografico promosso dall’Associazione Italiana degli Insegnanti di Geografia e sostenuto da De Agostini Scuola e Fondazione Italia Patria della Bellezza, che si propone di promuovere la conoscenza del territorio e l’apprezzamento delle bellezze naturali, culturali, artistiche e artigianali del nostro Paese.

patriadellabellezza,it, 20/12/2016

Il concorso desidera essere un’occasione per insegnanti e ragazzi per svolgere attività motivanti all’aria aperta, promuovendo lo spirito di osservazione, il talento artistico, le mille risorse positive che i giovani sanno raccogliere ed esprimere.

“Scatta” le bellezze sostenibili d’Italia è il tema del concorso con un focus su Centri storici e borghi d’Italia: bellezze singolari da valorizzare per un turismo sostenibile.

Al concorso possono partecipare classi delle scuole di ogni ordine e grado. Sono, pertanto, istituite, tre categorie di partecipanti:

  • Categoria 1: Classi Quarte e Quinte di Scuola primaria;
  • Categoria 2: Classi di Scuola secondaria di primo grado;
  • Categoria 3: Classi di Scuola secondaria di secondo grado.

Ogni Istituzione scolastica può partecipare con più classi. Ogni classe può partecipare al concorso con tre fotografie, valutate singolarmente.

È possibile iscrivere la propria classe al concorso, collegandosi al sito: www.aiig.it

Le iscrizioni si chiuderanno il 10 maggio 2017.

REGOLAMENTO DEL CONCORSO – Download Pdf ›

Categorie: iniziative | Tag: , , , , , , | Lascia un commento

La montagna del cuore

lastampa.it

Cosa rappresenta la montagna per te? Raccontalo con le tue foto.

La Stampa propone una sfida avvincente a chi ama davvero la montagna: esprimere questo legame e questa passione con una foto. L’obiettivo è dare vita a un progetto fotografico online, che parlerà della montagna senza parole. Una raccolta di emozioni capaci di far innamorare della montagna anche chi la conosce poco.

Partecipa al progetto fotografico dell’estate.

Scegli tra due temi, “Rifugio” o “Panorama” e inviaci le tue foto, hai tempo fino al 14 settembre. Possono partecipare tutti, ma solo 10 saranno i vincitori.

REGOLAMENTO

ISCRIZIONI

Rifugio Re Alberto I

Cresta Knuffer

Categorie: ambiente, iniziative | Tag: , , | Lascia un commento

Italia in bicicletta

Il concorso fotografico del Touring Club Italiano: tutte le informazioni sul sito.

IL CONCORSO

Una pista ciclabile in una città d’arte, magari con gli occhi rivolti all’insù per vedere i monumenti che scorrono come in un film. Un percorso sterrato sulla riva del mare, sentendo il rumore delle onde e annusando il profumo della macchia mediterranea. Una strada secondaria verso un colle alpino o appenninico, con la striscia di asfalto che a ogni curva rivela incredibili panorami. Se vi è capitato di soffermarvi ad ammirare il paesaggio italiano mentre eravate in sella a una bicicletta – o avete in programma di farlo nei prossimi mesi – questo è il concorso che fa per voi: il Touring Club Italiano lancia infatti il concorso fotografico “Italia in bicicletta”. Un concorso gratuito, aperto fino a novembre 2016, con ricchissimi premi in palio.

IL TEMA DEL CONCORSO

Il tema è davvero facile da sviluppare, ma ecco qualche indicazione in più. Le fotografie sottoposte al voto della giuria dovranno riflettere il tema “Italia in bicicletta”: negli scatti dovrà apparire chiara ed evidente l’esplorazione del territorio italiano in sella a una bicicletta.

Per chi avesse dei dubbi, diamo qualche indicazione, rimandando poi al regolamento per tutti i dettagli. Per essere valida, la fotografia dovrà ritrarre una bicicletta (o una sua parte ben riconoscibile) inserita in un paesaggio del nostro Paese. Valgono tutti i tipi di bicicletta, da quelle cittadine alle mountain bike, dalle bici a pedalata assistita a quelle da corsa! E quando parliamo di una “parte riconoscibile”, vogliamo dire che nella foto deve comprarire per esempio compare una ruota, il manubrio o il sellino della bici. Non saranno valide invece le immagini in cui il mezzo non compare per nulla, anche se – poniamo – ritraggono una pista ciclabile e sono state scattate dal sellino di una bicicletta.

Una fotografia del Giro d’Italia sulle strade della Toscana, dunque, sarà ritenuta valida… anche se la giuria privilegerà l’esplorazione personale del territorio e la scoperta del paesaggio sulle piste, sulle strade e sui sentieri italiani. Con il contest  “Italia in bicicletta”, il Tci invita ai mettere in luce la bellezza del Belpaese attraverso l’utilizzo di un mezzo ecologico, economico e perfetto per scoprire lentamente il territorio.

COME PARTECIPARE

Per partecipare basta essere cittadini maggiorenni residenti sul territorio italiano e nella Repubblica di San Marino. Ogni partecipante deve registrarsi al concorso su questo sito ed entro il 30 novembre 2016 inviare al massimo uno scatto sul tema proposto… quindi selezionate bene la vostra proposta! Per registrarsi, caricare la foto e votare, basta cliccare sul riquadro rosso che compare sulla immagine grande in alto.

La fotografia potrà essere a colori o in bianco/nero con dimensioni massime di 5 Mb. A ogni utente saranno richieste una geocodifica (bisognerà cioè indicare su una mappa il luogo preciso dove è stata scattata la foto), la descrizione dell’immagine e l’accettazione del regolamento.

Attenzione: il sistema richiede qualche minuto per caricare la foto e aggiornare il numero dei voti.

SEZIONI DEL CONCORSO

Le sezioni del concorso, con relativi premi, saranno due: sezione community e sezione giuria.

1 – SEZIONE COMMUNITY

Le cento foto più votate online saranno giudicate dalla giuria (vedi sotto), che assegnerà 10 premi a suo insindacabile giudizio secondo tre criteri: originalità, attinenza al regolamento/al tema proposto, qualità tecnica.

Datevi quindi da fare durante le vostre vacanze in Italia e pubblicate la vostra foto sul sito per farla votare dalla community! Ricordate: in questa sezione solo le cento immagini più votate potranno accedere alla fase finale. E ovviamente commentate le foto e date il vostro contributo…

***Attenzione: i voti validi sono quelli espressi sul sito http://www.touringclub.it, registrandosi al sito e cliccando “vota” sulla foto prescelta. Vengono evidenziati con un “flag” sulla foto. NON sono validi i like di Facebook!

2 – SEZIONE GIURIA

Per dare visibilità anche alle fotografie che non saranno tra le cento più votate, ecco la seconda sezione del concorso: in questo caso sarà la giuria che sceglierà le tre foto più belle tra tutte quelle inviate e pubblicate sul sito. I criteri saranno gli stessi: originalità, attinenza al regolamento e al tema proposto, qualità tecnica.

LA GIURIA

La giuria è composta da:

  • Stefano Brambilla – giornalista professionista Touring Digital (presidente giuria)
  • Daria Bonera – photo editor rivista Touring il nostro modo di viaggiare
  • Alessandro Grassani – fotografo professionista
  • Francesco Tomasinelli – fotografo professionista
  • Andrea Forlani – fotografo professionista

REGOLAMENTO QUI.

Categorie: bicicletta, iniziative | Tag: , , | Lascia un commento

Bike Challenge 2016

FIAB porta in Italia la sfida tra luoghi di lavoro, con il progetto europeo BikeToWork.

fiab-onlus.it, 20/07/2016

COMUNICATO STAMPA

Con la “Bike Challenge 2016” andare al lavoro in bicicletta è ancora più divertente.

 Dal 16 settembre al 31 ottobre torna la competizione gratuita che premia la partecipazione di dipendenti e collaboratori.

 In arrivo anche la certificazione per le aziende “bike-friendly”

Milano, 14 luglio 2016 – Incentivare le aziende a promuovere, tra i dipendenti, l’uso quotidiano della bicicletta nei tragitti casa-lavoro e a diventare, esse stesse, bike-friendly. Questi, in sintesi, gli obiettivi del progetto europeo BikeToWork, portato in Italia da FIABFederazione Italiana Amici della Bicicletta.

Attraverso BikeToWork, FIAB mette a disposizione di realtà imprenditoriali pubbliche o private di ogni dimensione una campagna che valorizza tutti i vantaggi dello spostarsi sulle due ruote e un servizio di consulenza per aiutarle ad attrezzare le proprie sedi per accogliere meglio chi usa la bici.

Momento centrale di tutta la campagna è Bike Challenge 2016, la competizione divertente e gratuita rivolta alle aziende, ai loro dipendenti e collaboratori: una vera e propria gara tra luoghi di lavoro che durerà dal 16 settembre al 31 ottobre. L’edizione di quest’anno vede l’esordio della prima sfida nazionale – Bike Challenge Italia a cui possono aderire aziende e dipendenti di tutta la Penisola, accanto alla seconda edizione della Bike Challenge Milano che, lo scorso anno, ha coinvolto 92 imprese e oltre 2.000 persone, per un totale di 300.000 km in bicicletta in ben 20.262 ‘pedalate’.

Partecipare alle sfide Bike Challenge 2016 è coinvolgente e alla portata di tutti: basta pedalare almeno 10 minuti, ovunque (sul tragitto casa-lavoro o nel tempo libero), e registrare la propria pedalata.

Quattro i passi fondamentali per aziende e lavoratori che vogliono partecipare alla gara:

  1. iscriversi su www.biketowork.it o con l’APP LoveToRide (in italiano), è gratis;
  2. pedalare almeno 10 minuti, registrando la pedalata tramite l’APP LoveToRide o sul sito biketowork.it;
  3. convincere tanti colleghi a “mettersi in sella”;
  4. vincere i premi.

Saliranno sul podio le aziende (in gara per categorie in base alla dimensione) che metteranno in sella la maggior percentuale di lavoratori e la realtà che saprà invogliare chi non è abituato a usare la bicicletta. Saranno premiati anche i migliori “ambasciatori” delle due ruote, coloro, cioè che coinvolgeranno più colleghi nell’esperienza del biketowork . “Obiettivo della Bike Challenge, infatti, è stimolare le persone a provare, almeno una volta, ad andare in bicicletta, per scoprire come sia piacevole, veloce, economico e sostenibile spostarsi in città sulle due ruote, e come possa diventare una sana abitudine” – spiega Francesco Baroncini, direttore FIAB.

Tanti i premi in palio per l‘edizione 2016, conquistati o estratti a sorte tra i partecipanti che utilizzeranno l’APP LoveToRide, tra cui molti soggiorni in tutta Italia offerti dal circuito Albergabici.it.

Il 16 settembre, avvio della Bike Challenge 2016, è il primo giorno della Settimana Europea della Mobilità e 3^ Giornata Nazionale BikeToWorkpromossa da FIAB, ma l’invito è quello di continuare a pedalare tutto l’anno e di condividere le proprie esperienze su www.biketowork.it e sulla APP. La costanza sarà premiata, alla fine dell’anno, con l’estrazione dei premi mondiali LoveToRide, tra cui un viaggio in Nuova Zelanda.

Un’altra componente importante del progetto FIAB-BikeToWork è la consulenza e l’audit che porta alla certificazione di azienda bike-friendly, in base a parametri condivisi a livello europeo. La conquisteranno le organizzazioni che adottano politiche in grado di incentivare l’uso della bicicletta e che rendono le proprie sedi accoglienti per i ciclisti dotandole, ad esempio, di adeguati parcheggi o anche di spogliatori e docce.

“FIAB ha aderito e portato in Italia il progetto europeo BikeToWork già dallo scorso anno perché è un’iniziativa che promuove e trasmette valori su cui la Federazione è attiva da tempo sia a livello istituzionale e politico (un esempio su tutti la battaglia per far riconoscere la copertura assicurativa INAIL dell’”infortunio in itinere” anche per chi utilizza la bicicletta per andare al lavoro) sia logistico e operativo (come il supporto alle imprese che vogliono entrare in CIAB, il Club Aziende Amiche della Bicicletta, che garantisce la copertura assicurativa RC bici a tutti i dipendenti) – commenta Giulietta Pagliaccio, presidente nazionale FIAB. – Recentemente abbiamo inoltre fornito la nostra consulenza a realtà pubbliche e private nelle richieste dei finanziamenti per i progetti di bike-to-work e bike-to-school previsti dal Collegato Ambientale. Per il terzo anno consecutivo, infine, FIAB promuove, nell’ambito della Settimana Europea della Mobilità, la Giornata Nazionale del BikeToWork che quest’anno sarà venerdì 16 settembre in tutta Italia, proprio in coincidenza con l’inizio della Bike Challenge 2016”.

 

Per informazioni e iscrizioni alla Bike Challenge 2016: www.biketowork.it

Facebook BikeToWork FIAB: https://www.facebook.com/LovetoRideItalia

 

Per altre informazioni sul progetto europeo BikeToWork:

Giulia Cortesi – Project Manager – g.cortesi@fiab-onlus.it – 348 0490150

Valeria Lorenzelli – Challenge Manager – v.lorenzelli@fiab-onlus.it – 347 1716538

Sito ufficiale FIAB-Federazione Italiana Amici della Bicicletta: http://www.fiab-onlus.it

*****

Ufficio Stampa FIAB-Federazione Italiana Amici della Bicicletta – http://www.fiab-onlus.it

Dragonetti&Montefusco Comunicazione T 02 48022325 – ufficio-stampa@fiab-onlus.it

Annachiara Montefusco – M 339 7218836 – montefusco@dragonettimontefusco.com

Monica Macchioni – M 344 1447050 – macchioni@dragonettimontefusco.com

Categorie: mobilità sostenibile | Tag: , , | Lascia un commento

Leggimontagna 2016: scadenza bando

Quest’anno il Premio Leggimontagna festeggia la sua 14° edizione. Le opere del Premio Letterario dovranno essere presentate entro il 31 maggio 2016, mentre i film del Premio Filmati-Video dovranno pervenire entro il 30 giugno 2016.

planetmountain.com, 18/05/2016

Il Premio Leggimontagna è nato nel 2003 per volontà dell’ASCA (Associazione delle Sezioni Montane del Club Alpino Italiano) ed è supportato dalla collaborazione e dal contributo di numerosi Enti ed Istituzioni, per citarne alcuni: Comunità Montana della Carnia, Consorzio BIM Tagliamento, Fondazione CRUP.

Il Premio Letterario prevede tre sezioni a concorso: “narrativa”, “saggistica” e “inediti”, racconti non ancora dati alle stampe;

Il Premio Filmati – Video prende il nome di CORTOMONTAGNA ed è un’edizione sperimentale di Leggimontagna dedicata esclusivamente ai cortometraggi, che avrà come tema la Montagna dal vivo con la creazione di un video che esprima e racconti come l’autore vive e interagisce con l’ambiente montano, dal punto di vista che più lo rappresenta. La partecipazione a questo concorso è riservata ai giovani che non abbiano compiuto 25 anni e che siano dilettanti, ovvero che non svolgano o non abbiano svolto attività professionale retribuita nel settore delle riprese video o dei filmati.

Nel corso delle varie edizioni si è di volta in volta consolidato il successo della manifestazione, per numero di partecipanti, qualità e varietà delle opere presentate, interesse da parte del pubblico, dei media e delle istituzioni. A testimoniare l’accresciuta notorietà di Leggimontagna è la partecipazione di prestigiose case editrici, tra cui Corbaccio, Bellavite Editore, Vivalda, Edizioni Biblioteca dell’Immagine, Casa editrice Stefanoni, Liaison, Editore Temi, Priuli & Verlucca, e di autori del calibro di Reinhold Messner, Andy Cave e Mick Fowler.

Ottima anche la presenza alle cerimonie conclusiva da parte degli autori premiati e degli editori, a riprova che il concorso ha assunto negli anni sempre maggiore rilievo e carattere di decisa internazionalità; infatti il premio è costantemente caratterizzato dalla presenza di ospiti di riconosciuta fama nel mondo alpinistico e di studi sulla montagna: da Nives Meroi a Kurt Diemberger, da Kriemhild Buhl a Werner Baetzing (rappresentante della CIPRA), da Annibale Salsa a Paolo Rumiz, da Andy Cave a Enrico Camanni e a Hervè Barbasse.

– Regolamento/schede premio letterario 2016
– Regolamento/schede cortomontagna 2016

Categorie: iniziative | Tag: , , , | Lascia un commento

#30elode, strade sicure

E per i bambini un concorso: “Caro Renzi, vorrei andare in bici perché…”

#30elode, per strade più sicure

La riforma del Codice della Strada è l’occasione per allargare a tutte le strade urbane le “zone 30”, quelle in cui non può essere superato il limite dei 30 km/h. Una campagna della Federazione italiana degli amici della bicicletta chiede al governo di far prevalere l’interesse di pedoni e ciclisti, utenti vulnerabili, su quello degli automobilisti

altreconomia.it, 02/10/2015

Se un auto e un pedone si scontrano, e l’auto viaggia a 50 chilometri orari, l’impatto equivale a una caduta da 9 metri d’altezza. Se quell’auto viaggiasse a 30 km/h, invece, sarebbe paragonabile a una caduta da 3,6 metri, che può essere fatale solo nel 5% dei casi. È questo solo uno dei motivi che -secondo la Federazione italiana degli amici della bicicletta (FIAB)- dovrebbe portare il governo italiano ad inserire nel nuovo Codice della Strada il limite dei 30 km/h come standard di velocità per le strade urbane.

In occasione della ripresa della discussione della legge delega per la modifica al Codice, FIAB ha così promosso la campagna nazionale #30elode, sul tema della sicurezza nelle città, con un incontro stampa a Montecitorio e gli interventi dei deputati Paolo Gandolfi e Mirko Busto, del Gruppo interparlamentare della mobilità nuova e ciclistica.

Tra le modifiche richieste per il Codice della Strada, molte riguardano chi si muove in bicicletta: la velocità delle auto è infatti la prima causa di mortalità per chi viaggia in bici.

L’iniziativa #30elode di FIAB vede protagonisti in primis i bambini di tutta Italia, invitati a mandare dei messaggi al governo attraverso il concorso “Caro Renzi, vorrei andare in bici perché…”: il Parlamento e l’esecutivo devono prendere provvedimenti volti a tutelare l’utenza vulnerabile della strada, per garantire sicurezza per chi si muove a piedi o in bicicletta.

“In contesti urbani ormai caratterizzati da una mobilità motorizzata e spesso con alta velocità, sentiamo tutti l’esigenza di città diverse, dove muoversi in libertà e sicurezza anche a piedi o in bicicletta per andare a scuola, al lavoro, a fare la spesa o ai giardinetti sotto casa -ha spiegato Giulietta Pagliaccio, presidente nazionale FIAB-. L’iniziativa #30elode coinvolge direttamente i bambini che rappresentano le generazioni future: dopo tanti infruttuosi tentativi, ci auguriamo che le esigenze e i desideri dei più piccoli possano essere la vera scintilla per un concreto cambiamento verso una mobilità più sostenibile per le persone e per l’ambiente”.

Il video di presentazione della campagna #30elode di FIAB, già on line su http://www.30elode.org, dà il via al concorso a premi di dieci settimane riservato ai bambini tra i 6 e i 13 anni: per partecipare i ragazzi devono scrivere una email di circa 1000 battute che, iniziando con “Caro Renzi, vorrei andare in bici perché…”, racconti le motivazioni e i desideri personali di questa richiesta.

Le lettere vanno inviate entro metà dicembre all’indirizzo matteo.renzi@30elode.org e saranno pubblicate sul sito http://www.30elode.org e condivise su Facebook e Twitter.

Ogni settimana i giovani autori dei messaggi che ottengono il maggior numero di visualizzazioni-nell’arco di 7 giorni dalla messa on line su 30elode.org e sulla base delle statistiche di Google Analytics- riceveranno dei bellissimi premi: una bicicletta Lombardo da bambino o ragazzo, una maglia da campione del mondo di ciclismo Santini, kit luci e altri accessori per la bicicletta offerti dagli altri sponsor (Shimano, Confindustria-Ancma) e una copia del libro “Più bici più piaci” di Paolo Pinzuti.

Il concorso “Caro Renzi, vorrei andare in bici perché…” terminerà alla vigilia di Natale con l’estrazione di un grande premio finale. “L’augurio di FIAB per tutti i bambini -dice ancora Giulietta Pagliaccio- è di trovare sotto l’albero anche il regalo dei nostri legislatori che, riformando il Codice della Strada, tengano in considerazione le esigenze dei cittadini del domani”.

Categorie: mobilità sostenibile | Tag: , , , , | Lascia un commento

Blog su WordPress.com.