Articoli con tag: biciclette

L’emergenza smog non si risolve così

di Manuel Massimo – bikeitalia.it, 12/12/2016

In un Paese come il nostro, saturo di automobili, le cosiddette domeniche a piedi per cercare di contrastare l’emergenza smog lasciano il tempo che trovano e non risolvono il problema. Lo dimostra il fatto che ogni anno, con l’approssimarsi dell’inverno, si ripresenta il nodo dell’irrespirabilità dell’aria che stringe la gola dei cittadini e soffoca il buonsenso dietro una cortina fumogena che chiama “emergenza” un qualcosa che ormai è diventato eterno ritorno dell’identico da ormai troppi anni.

Il blocco “totale” dei mezzi a motore in un giorno festivo viene depotenziato dagli orari (8 ore non consecutive su 24) e poi tanto totale non è perché tra categorie esentate, permessi ed eccezioni esistono migliaia di “derogati” che nelle giornate di blocco possono continuare a circolare. Lo dimostra il fatto che l’efficacia delle domeniche a piedi viene vanificata dal fatto che rappresentano una misura-tampone periodica che funge da blando palliativo ma non risolve il problema.

Certo, lo smog e l’inquinamento dell’aria non sono prodotti soltanto dalle emissioni e dai gas di scarico dei mezzi a motore: ma se si intervenisse in maniera più efficace bloccando realmente il traffico almeno 12 ore consecutive e con pochissime deroghe i risultati sarebbero di certo più apprezzabili ancorché non risolutivi.

La politica dovrebbe farsi carico non solo di tamponare le emergenze ma anche e soprattutto di prevenirle con misure efficaci a monte
: quindi promozione di un “uso consapevole” della mobilità privata motorizzata, che incide sulla qualità dell’aria di tutti e contribuisce a peggiorare la vivibilità delle strade, allestendo piani di comunicazione mirati per invitare a non utilizzare l’auto per almeno 2 giorni a settimana (con incentivi e agevolazioni per chi lo fa) o anche buoni mobilità per il trasporto pubblico chi rottama l’auto senza comprarne una nuova.

L’emergenza in realtà viene da lontano
: non è un prodotto di questi ultimi anni ma rappresenta la manifestazione plastica di una precisa strategia messa in atto da decenni per promuovere fino all’inverosimile l’acquisto e l’utilizzo di un’auto privata a discapito del mezzo pubblico e delle varie forme di mobilità alternativa e sostenibile, tra cui la bicicletta. Un disegno – qualcuno direbbe uno storytelling – basato su una potente macchina pubblicitaria che fa leva su componenti emotive perché razionalmente anche chi acquista un’auto sa che per quanto evoluta e performante dovrà stare ore in coda in Tangenziale esattamente come tutte le altre e come quella che ha appena sostituito.

L’emergenza smog non si risolve con domeniche a piedi e circolazione infrasettimanale a targhe alterne: così al massimo si tampona il problema, ma non possiamo continuare a nascondere la polvere sotto il tappeto. Ridurre il parco auto circolante in maniera consistente è la base da cui partire per poter ricominciare a respirare aria meno inquinata e sbloccare la viabilità dentro e fuori le grandi città.

Annunci
Categorie: ambiente | Tag: , , , | Lascia un commento

Gli ambulanti di Hanoi

Le neravigliose e coloratissime bici degli ambulanti vietnamiti

Dominella Trunfio – greenme.it, 02/11/2016

La fotografa Loes Heerink è riuscita a catturare un pezzettino di vita quotidiana vietnamita in uno scatto, mostrando la bellezza e la simmetria delle bicicletteutilizzate dai venditori ambulanti per trasportare frutta, verdura e fiori ai mercati rionali.

Passo ore e ore su un paio di ponti di Hanoi a guardarli passare. Con le loro biciclette, inconsapevolmente, creano una sorta di street art che dall’alto si fonde con il paesaggio.

Sono donne e uomini che si alzano ogni mattina alle 4 e portano con sé il maggior numero possibile di frutta e verdura, con la speranza di vederle ai passanti.

Ho parlato con alcune di queste donne, spesso donne migranti che arrivano in città cercando di guadagnare un po’ di denaro extra. Devono lavorare molto duramente, guadagnano poco le condizioni di denaro e di lavoro non sono molto buone.

Un Km zero davvero stravagante, ma che esiste anche in Italia. In molti paesini soprattutto del Sud Italia, ci sono ancora i contadini che vanno casa per casa a vendere i loro prodotti.

Di certo in Vietnam l’effetto è davvero straordinario e scenografico, guardate queste immagini!

Categorie: Info Turistiche, intermezzo | Tag: , , | Lascia un commento

Bici felici

Categorie: intermezzo | Tag: | Lascia un commento

48 Stati. 48 giorni. 48 bici.

E brava Paola #keepbrave Gianotti.

Dalle 18.00 alle 18.30 sarà in onda su Caterpillar, direttamente da Seattle

48 Stati. 48 giorni. 48 bici: la nuova impresa della ciclista Paola Gianotti per le donne Ugandesi

caterpillar.blog.rai.it, 29/04/2016

La nuova avventura della ciclista estrema Paola Gianotti: attraversare i 48 stati attigui agli Stati Uniti in 48 giorni.

L’impresa in numeri:
48 Stati da attraversare
48 giorni di pedalata
75.000 metri di dislivello
6 zone climatiche
7 fusi orari
48 bici da donare alle donne dell’Uganda
1 deserto da attraversare

L’impresa non vuole solo essere un record sportivo ma anche un’importante campagna di solidarietà per le donne dell’Uganda.
Paola vorrebbe acquistare grazie all’aiuto di tutti 48 biciclette e regalarle a 48 donne di un villaggio in Uganda vicino a Kampala.

La bici in Uganda può salvare delle vite in caso di necessità, permette di accedere ai mercati locali, aiuta le persone a guadagnarsi da vivere, può essere usate per andare a scuola e garantirsi un’istruzione, o per raggiungere velocemente i pozzi e trasportare più facilmente l’acqua.

Le 48 Tappe del viaggio di Paola sono in vendita sul sito keepbrave, ogni tappa corrisponde a una bicicletta da donare a una donnna ugandese.

A Maggio 2016, tornata dagli USA, Paola volerà in Uganda dove, attraverso l’Associazione Internazionale Bicycle Against Poverty, consegnerà le 48 biciclette alle donne ugandesi scelte dall’organizzazione in base alle reali necessità.

Categorie: bicicletta, iniziative | Tag: , , , , | 1 commento

Campionati di Ciclomeccanica 2015

Boja Fauss, abitassi vicino andrei a dare un’occhiata! Ci sarà anche qualche madamina fra i partecipanti?

Campionati di Ciclomeccanica

flyer camp_04

Quest’anno i Campionati vanno in trasferta a Torino!

–> COSA <–
I Campionati di Ciclomeccanica sono l’appuntamento annuale che dal 2010 riunisce un numero sempre maggiore di volenterosi e fanatici del recupero di biciclette.
Lo scopo dei Campionati è quello di sistemare il maggior numero possibile di rottami e farci un’asta di beneficenza, ma è anche una buona scusa per mangiare e bere in compagnia, senza lavarsi le mani.

–> COME <–
Fate una squadra, vi procurate una cassetta degli attrezzi, vi accaparrate un rottame dal mucchio che forniremo. Dopo di che avrete 5 ore di tempo per sistemarlo, decorarlo, battezzarlo ecc.
Verranno premiati funzionamento meccanico, estetica e soluzioni innovative.
Finita la gara: aperitivo e ASTA!

–> QUANDO <–
Domenica 11 Ottobre 2015
Ore 10:00 – Ricevimento e iscrizione squadre
Ore 11:00 – Inizio gara
Ore 16.00 – Fine gara
Ore 17:00 – Premiazioni
Ore 18:00 – Aperitivo e…

View original post 54 altre parole

Categorie: iniziative | Tag: , , , | Lascia un commento

Blog su WordPress.com.