enogastronomia

Il pane in bici

In bici portiamo il pane artigianale nelle case. In Italia non c’è lavoro? Uscite dagli schemi

Danilo Perozzi, 26 anni, e Elena Galli, 27, hanno ideato Mylbread dopo essersi conosciuti ad Expo durante un concorso di idee sulla malnutrizione. L’obiettivo è anche di aiutare i forni virtuosi a offrire una via d’uscita alla grande distribuzione. “Vediamo entusiasmo per la nostra startup”

mylbread

di Danilo Nappi – ilfattoquotidiano.it, 17/10/2016

Tutte le mattine Danilo ed Elena salgono in sella alla loro bici e iniziano a pedalare tra le strade di Bologna, lasciando il profumo di pane appena sfornato. Poi ci sono gli eventi, la programmazione, la cura del sito e il rapporto con i forni artigianali in città. Si chiama Mylbread, ed è la piattaforma messa insieme da due studenti italiani che permette di ordinare ceste di pane artigianale e riceverle direttamente a casa o al lavoro. “Volevamo convincere le persone ad abbandonare il fast food e a tornare a gustare il pane di una volta”, raccontano.

Tutto è nato durante un concorso di idee sulla malnutrizione, organizzato dal Food Innovation Program ad Expo, nel 2015. “Era un pomeriggio piovoso di settembre – racconta Danilo – Lì ci siamo conosciuti per la prima volta”. Da quel giorno è nata l’idea di unire la community di panettieri, amanti del pane e ciclisti per riportare il pane (fresco e di prima qualità) nelle case delle famiglie bolognesi. Danilo Perozzi, 26 anni, è uno studente in Design sistemico del Politecnico di Torino; Elena Galli, 27 anni, ha una laurea magistrale in International Management presso l’Università di Bologna e un’esperienza alle spalle in Silicon Valley grazie ad una borsa di studio.

Dopo mesi di presentazioni, raccolte opinioni e dubbi, Danilo ed Elena hanno deciso di partire. Dal primo giorno di marzo la piattaforma Mylbread è diventata reale. Perché proprio il pane? “Abbiamo l’ambizione di portare la magia della panificazione artigianale a casa di tutti, o almeno ci proviamo – spiega Danilo – Il pane fatto a mano ha un suo gusto, un suo sapore, un suo odore. È completamente diverso da quello industriale”. Mylbread ha l’obiettivo di offrire ai piccoli panifici virtuosi una “way out” dalla concorrenza della grande distribuzione, “che sempre più rischia di farli scomparire” aggiunge Danilo. Ma vuole anche offrire a chi apprezza il pane, ma non riesce ad andare a comprarlo al forno, la possibilità di riceverlo a casa.

L’obiettivo di Elena e Danilo è anche quello di conciliare tradizione e innovazione. “In questo momento collaboriamo con tre forni bolognesi, tutti i ragazzi che li gestiscono sono nativi digitali. Per loro scelta hanno iniziato a lavorare con un occhio di riguardo alle materie prime e ai processi di panificazione”, aggiungono. Alla piattaforma, infatti, sono iscritti solo i forni artigianali e locali che usano lievito madre e farine di grani pregiati.

Grazie a Mylbread si può ricevere direttamente a casa o al lavoro pane, ma anche ceste per colazione e brunch, merende, aperitivi e kit per la panificazione casalinga. Tutto è consegnato in bici o in auto elettrica. L’obiettivo è anche quello di portare un messaggio legato alla qualità del cibo e all’importanza di una sana nutrizione. La risposta dei bolognesi, per il momento, rimane molto positiva. “Parliamo con le persone e notiamo tanto entusiasmo e voglia di conoscere che pane stiano mangiando”, racconta Elena. L’interesse sta crescendo: “Siamo fiduciosi”.

Elena e Danilo sono determinati su un punto. “La solita frase ‘il lavoro in Italia non c’è’ non appartiene al nostro modo di vivere. Le difficoltà nel mondo del lavoro, certo, ci sono – insistono i due – ma il potenziale del nostro territorio è immenso”. L’obiettivo, insomma, non è solo il benessere economico, ma un miglioramento della qualità di vita. L’idea piace, ed anche altre città si stanno interessando al progetto. “Abbiamo presentato la piattaforma a Milano: hanno apprezzato, anche se ci fanno già alcune critiche per migliorare il servizio”, sorridono. Anche a Torino poi, sono sorte alcune iniziative legate al mondo della panificazione, da semplici corsi a classi con risvolti sociali.

Esportare il modello all’estero? Elena e Danilo rimangono con i piedi ben piantati per terra. “Siamo nati da poco – spiegano –, abbiamo molto più interesse a creare un servizio con un reale valore aggiunto, piuttosto che a sognare la Silicon Valley”. Se dovessero dare un consiglio a qualche coetaneo, però, le ideesarebbero chiare: “Siamo nati e cresciuti in un contesto socio-culturale che predilige i percorsilavorativi lineari, senza uscire troppo dagli schemi. Il nostro consiglio è invece quello di sperimentare”, sorridono. La decisione di fondare una startup viene proprio dalla voglia di ripristinare connessioni con il territorio. “E poi – concludono – una volta che assaggi il pane artigianale è difficile farne a meno”.

Annunci
Categorie: enogastronomia, iniziative | Tag: , , , , | Lascia un commento

Tra gusto e tradizione

Primiero e Vanoi… fuori stagione, per buongustai.

*****

FESTA DEL CANEDERLO | 03/09 – 04/09

Il canederlo è il cuore della festa!

Due giornate per degustare canederli di tutti i tipi, ma anche per partecipare a stage per imparare a prepararli. Oltre 15 qualità di canederli, salati o dolci, in brodo o asciutti, con la carne, il formaggio o le verdure, vegani o senza glutine, piccoli o grandi come un arancio serviti dagli alberghi locali con vini, birre e grappe trentine.

Non mancheranno intrattenimenti per grandi e bambini, come la fattoria degli animali e la carrozza trainata dai cavalli, l’allegro accompagnamento musicale della musica tirolese e tanto divertimento!

Località: Imèr.

Per info:

*****

FESTA DELLE BRISE | 09/09 – 11/09

Tre giorni dedicati al “Boletus edulis”, il pregiato fungo porcino chiamato “Brisa” che cresce abbondante dei boschi del Vanoi.

Non perdere l’occasione di trascorrere un weekend nella Valle del Vanoi!

Località: Caoria – Valle del Vanoi

*****

GRAN FESTA DEL DESMONTEGAR | 22/09 – 25/09

Dal 22 al 25 settembre 2016 i paesi della valle di Primiero organizzano “La Gran Festa del Desmontegar” un grande evento in occasione del rientro degli animali dopo l’alpeggio estivo nelle malghe.

La “Desmontegada” nella giornata di domenica è il momento culminante di una quattro giorni di iniziative dedicate all’allevamento e ai prodotti caseari e di una golosa rassegna gastronomica.

Località: Tonadico – Siror – Dintorni di Primiero

Per info

Categorie: enogastronomia | Tag: , , | Lascia un commento

Festa Ta Mont 2016

ta mont 2016

Val San Nicolò – Pozza di Fassa.

Una valle splendida, verdi pascoli, fienili, marmotte, luogo ideale per passeggiate tranquille (anche invernali) punto di partenza per escursioni più impegnative, o luogo da visitare in mtb.

Ma il primo weekend di agosto diventa sede di una specie di festa di paese, con molti stand, ognuno gestito da un’associazione diversa, in cui gustare le specialità del luogo. Non mancano nemmeno le attività per i più piccoli.

Si comincia la sera del 5 agosto, ore 21, con la sfilata dei gruppi di volontariato e della banda Muzega de Poza.

Il programma completo QUI

Vista notturna, con il Col Ombèrt illuminato

Questa la presentazione dal sito ufficiale della manifestazione

Va in scena la ricca tradizione ladina, fatta di costumi, di musica, di specialità culinarie, di storie e di leggende in una magica atmosfera.

Dopo il successo delle precedenti edizioni, torna anche nell’estate 2016 la Festa ta Mont.

Con il prezioso aiuto degli oltre duecento volontari, con la loro disponibilità e collaborazione piena di entusiasmo, di voglia di fare e di realizzare, ricreeremo nelle giornate del 5, 6 e 7 agosto 2016 quell’atmosfera di amicizia e di allegria che già aveva contraddistinto l’edizioni precedenti!

Un luogo dalla rara bellezza, una valle incastonata tra il grigio delle rocce, tra l’azzurro del cielo, tra il verde dei prati e tra i mille colori dei fiori che sapranno anche nella prossima estate accogliere, come in un caldo abbraccio,quanti vorranno trascorre momenti speciali, momenti che con semplicità riescono a rimanere indelebili e vivi per tanto, tanto tempo. In Val San Nicolò conosceremo uno spaccato della cultura ladina, tra le vecchie baite, dalle quali escono profumi intensi, scopriremo gustosi piatti della buona cucina tipica, preparati con la genuinità e la semplicità di casa, e poi da ogni angolo musica folkloristica a fare da contorno ad una festa che è insieme tradizione, folklore e cultura. Perché la Festa ta Mont vuole quest’anno far conoscere a tutti gli ospiti uno spaccato della storia e delle tradizioni non solo di Fassa, ma di tutte le Alpi: le maschere lignee dei carnevali alpini tradizionali, che prenderanno vita davanti ai vostri occhi dalle abili mani degli intagliatori del Consorzio Mascherai Alpini. E insieme alle maschere potremo scoprire alcuni dei più significativi e antichi carnevali delle Alpi con i loro riti di passaggio, le loro mascherate e le arcaiche tradizioni tramandate da secoli, che ancor’oggi sono vive nell’immaginario collettivo e che vengono riproposte in tutta la loro autenticità.

Categorie: enogastronomia, Info Turistiche | Tag: , | Lascia un commento

XIV Passeggiata di Re Laurino

A settembre è abitudine celebrare la fine del duro lavoro della fine stagione. Da qui nasce la tradizionale festa della Passeggiata di Re Laurino: una giornata da trascorrere insieme gustando le specialità culinarie offerte da 10 baite.

Gli “Schupfen” sono i vecchi fienili che d’estate diventano dei punti di ristoro collegati da diversi sentieri. Il 13 settembre 2015 viene organizzata la loro festa: “Da baita a baita”, un’escursione attraverso le malghe di Re Laurino sotto il Catinaccio, con musica e piatti tipici a tema in ogni baita. L’escursione offre un panorama meraviglioso: in un paio d’ore si possono raggiungere le dieci baite.

E’ previsto un servizio navetta fra malga Frommer e l’albergo Moseralm e autobus integrativi fra Nova Levante e Carezza, inoltre il biglietto della cabinovia Laurin I da Nova Levante a malga Frommer è scontato

Presso tutte le baite dimostrazione di artigianato locale. Esibizione della banda di Nova Levante durante la messa.

INFO: QUI

VOLANTINO: QUI

Itinerari consigliati:

  • Rifugio Coronelle – Sentiero del Masarè (nr. 549) – sentiero nr. 9 – Moseralm; durata: ca. 2 ore
  • Rifugio Paolina – Sentiero del Masarè (nr. 549) – sentiero nr. 5 – rifugio Tschein; durata ca. 2 ore
  • Hotel Rosengarten (Nova Levante) – Monumento imperatrice Elisabetta – albergo Meierei – Moseralm; durata ca. 2 ore
  • Nova Levante – sentiero nr. 7 – albergo Meierei – Moseralm; durata ca. 2 ore
  • Hotel Rosengarten – sentiero nr. 15 – sentiero nr. 16A oppure 16B; durata ca. 1,5 ore
  • Passo Nigra – Rifugio Tschein; durata: ca. 1 ora
Categorie: enogastronomia, escursionismo, Info Turistiche | Tag: , , , | 1 commento

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.