Articoli con tag: musica

Voglio una vita spericolata

A Canazei, dalla parte opposta dell’Avisio rispetto al Dòlaondes, d’inverno c’è un campo scuola: uno skilift e un tappeto a servizio di una piccola pista. D’estate… lo skilift funziona. E pure il tappeto. Viene infatti allestito un piccolo parco giochi, su scende lungo la pista con ciambelloni e macchinine, ci sono i tappeti elastici, il bar… E tutte le volte che passo di qui in bici dalle casse della radio esce buona musica, e posso godermela per qualche minuto, visto che qui devo scendere dalla mtb.

Passo di qui, destinazione Villetta Maria. Mentre sgancio i pedali mi arriva alle orecchie l’inconfondibile attacco di “Vita spericolata” di Vasco. Faccio il giro attorno alla postazione, e, davanti al “Roxy bar” vedo una mamma che, canticchiando il ritornello, culla il bimbo (a occhio e croce fra i 18 e i 24 mesi) che tiene in braccio.

Mi ha fatto tenerezza. Tutti abbiamo, in un modo o nell’altro, desiderato una “vita spericolata”, e ogni età ha un suo modo di intenderla.

I ragazzini che stanno giocando a piedi scalzi in un rigagnolo nell’alveo dell’Avisio magari hanno in testa solo le gesta dei loro idoli calciatori e desiderano ripercorrerne le orme… E crescendo non penseranno solo alle gesta sui campo di calcio, ma anche alle “spericolatezze” che accompagnano molti di quei ragazzotti cresciuti troppo in fretta, con un conto in banca troppo pieno e finiti presto sotto i riflettori.

Il vecchietto barbuto che sta parcheggiando la mtb forse la sua vita spericolata la sta già avendo, già arrivare alla pensione non è da tutti, arrivarci in forma ancora meno. Ma evidentemente non basta, visto che vuol compensare i mesi di vita conquistati andando in bici accendendosi una sigaretta.

Incontrando tanti genitori e nonni con passeggino contenenti pargoli più o meno sonnecchianti, urlanti o con vario stadio di dentizione ho ripensato a tanti papà che ricordavo atletici giovanotti, sempre in giro ad alternare le proprie passioni al lavoro, e che ho rivisto con pargolo appresso e filo di pancetta addosso, in attesa di rituffarsi nelle proprie passioni quando l’età del marmocchio sarà tale da ritoccare un pochino la lista di priorità. Forse, al giorno d’oggi, la vera “vita spericolata” è quella di pensare di metter su famiglia. E’ un mondo difficile già ora, figuriamoci fra qualche anno.

Io non sono mai stata una ribelle. Per me un tempo forse “vita spericolata” voleva dire chiudere un 6c o un 6c+, mentre mi sono limitata a due 6b+, uno lavorato e uno a vista (per i profani, si tratta dei gradi di difficoltà in arrampicata), o fare un tour di più giorni in mtb, o il tour del Monte Bianco, passare comunque intensamente le 2-3 settimane di vacanza spaccandomi di fatica su monti e sentieri. Ora ho un marmocchio da crescere (se riesco a trasmettergli le mie passioni è pure meglio)… e un po’ di chili da buttar giù. Poi si potrà pensare di trovare un po’ di tempo per qualche avventura… Nel frattempo mi devo accontentare.

Per tutti gli spericolati veri, potenziali, mancati, in aspettativa causa famiglia….questa è per tutti noi.

Annunci
Categorie: intermezzo | Tag: , | 1 commento

Festival Alta Felicità 2017

Dopo il successo della prima edizione, il Movimento No Tav organizza anche per il 2017 il Festival Alta Felicità, dal 27 a 30 luglio.
Le parole d’ordine sono le medesime: alta felicità a bassa velocità.

A Venaus, una porzione della valle sarà interamente chiusa al traffico. Lasceremo le nostre auto e per qualche giorno fermeremo insieme il tempo e il consumo, per scoprire i segreti della natura e della vita tra le montagne. Percorsi a piedi, zone di campeggio, palchi e arene naturali in cui vivere momenti di scambio, pace e tranquillità.
Ogni attività proposta sarà gratuita e completamente accessibile. Per il pernottamento saranno messe a disposizione aree campeggio attrezzate e anch’esse gratuite.

Un appuntamento per mandare un forte segnale al governo italiano, tutti insieme, sul come vanno investiti i denari pubblici: non in un’opera inutile e dannosa come il Tav, ma a favore della cura e della messa in sicurezza del territorio. Per mettere a riparo tutti i cittadini del nostro paese da tragedie, come quelle causate dal terremoto e dalle alluvioni, a volte facilmente prevedibili con una politica seria di prevenzione.

Quattro giorni di musica, performances e dibattiti che si susseguiranno nelle diverse aree naturali raggiungibili a piedi attraverso sentieri, opportunamente indicati, tra i boschi, i fiumi e le montagne della Valle di Susa e delle Alpi Cozie.

Per info

www.altafelicità.org

Evento facebook

Categorie: cultura, Info Turistiche, iniziative | Tag: , , , , | Lascia un commento

Alta Felicità

Musica, natura, incontri a passo d’uomo

Venaus (TO), 22-24 luglio 2016

A Venaus, una porzione della valle Cenischia sarà interamente chiusa al traffico. Lasceremo le nostre auto e, per qualche giorno, fermeremo insieme il tempo e il consumo, per scoprire i segreti della natura e della vita tra le montagne. Percorsi a piedi, zone di campeggio, palchi e arene naturali in cui vivere momenti di scambio, pace e tranquillità.

Un programma d’incontri in cui la musica e le parole attraverseranno con il pubblico il territorio che li circonda.

Incontri a passo d’uomo

La montagna e la sua valle, luoghi che saranno anche d’incontro, come lo sono stati nei secoli. Campeggiare insieme, riflettere e divertirsi insieme, per creare quel senso di comunità che è substrato vitale per una crescita collettiva

Attività e incontri

Tre giorni di musica, performances e dibattiti che si susseguiranno nelle diverse aree naturali raggiungibili a piedi attraverso sentieri, opportunamente indicati, tra i boschi, i fiumi e le montagne della Val Susa e delle Alpi Cozie.

Artigiani e contadini valligiani ci guideranno alla scoperta dei segreti e della storia di antichi mestieri ormai quasi perduti. Accompagnati dai sapori e dai profumi dei piatti tipici della montagna.

Festival ecosostenibile

Alta Felicità intende salvaguardare la natura che ospiterà il festival.

Ti invitiamo a portarti un piatto, forchetta, coltello, cucchiaio e bicchiere così da poterli riutilizzare durante i giorni del festival.

Ti preghiamo fin da ora ad effettuare la raccolta differenziata e a riporre i mozziconi di sigaretta negli appositi posacenere.

L’organizzazione stessa cercherà di scoraggiare l’uso di materiali usa e getta.

VENERDÌ 22 

NINO FRASSICA / ROCCO HUNT /DJ GRUFF featuring GIANLUCA PETRELLA ASSALTI FRONTALI/ BESTIERARE / YO YO MUNDI / LOU DALFIN / MARCO ROVELLI / ZULI /OVERAGE / CASA DEL VENTO  / I FASTI /  IUBAL  / ERRICO CANTAMALE /ATROPINA CLAN / ALP KING

SABATO 23

EUGENIO FINARDI / 99 POSSE / KAOS & DJ KRAIMEGREEN & DJ P-KUT / LUCCI & DJ CEFFO / ANTONIO PASCUZZO / MED FREE ORKESTRA / MAO, VITO MICCOLIS, LALLO E ROBBO / EGIN / VALLENTO POSSE / MIRAFIORI KIDS / BAL OC NOTAV / BRIGATA LAMBRUSCO / ALESSIO LEGA & I MALFATTORI

DOMENICA 24

SUBSONICA / ENSI / KRAKATOA/WILLIE PEYOTETHE BLUE BEATERS / PUNKREAS / MURO DEL CANTO /GLI STATUTO / MAMA MARJAS / SOULFUL ORCHESTRA / POOR MAN STYLE /BULL BRIGADE / RIMOZIONE KOATTA / FANALI DI SCORTA

GUESTS

ELIO GERMANOCHEF RUBIO / WU MING 1 e 2 / LUCA MERCALLI /  SENSO DOPPIO & WUOZ / MICHELE RIONDINO

Sito ufficiale

Categorie: ambiente, cultura, iniziative | Tag: , | Lascia un commento

I Suoni delle Dolomiti 2016

Immagina di metterti in cammino su un sentiero di montagna, e di raggiungere un rifugio in una delle tante vallate sospese, o in qualche conca incorniciata dalle vette delle dolomitiche, o su qualche terrazza panoramica (naturale) con vista sui monti pallidi. Di camminare zaino in spalla, con i tuoi bastoncini… e di trovarti come compagno di viaggio un musicista che si porta il violoncello in spalla. O di raggiungere la meta e di trovare un pianoforte sul prato dietro al rifugio.

“I Suoni delle Dolomiti” è proprio questo: una serie di concerti e spettacoli in quota, in luoghi da raggiungere a piedi, magari assieme agli artisti che devono esibirsi di lì a poco. Negli ultimi anni sono anche stati proposti trekking di 2-3 giorni.

La manifestazione quest’anno è iniziata il 02/07 e terminerà il 26/08. Il programma lo potete trovare qui, oppure potete scaricare il programma in pdf

Categorie: cultura, Info Turistiche, iniziative | Tag: , , , , | 4 commenti

Dolomiti Ski Jazz 2016

Musica calda tra paesaggi ghiacciati: questa l’originale idea che da ben diciannove edizioni è alla base del Dolomiti Ski Jazz, un festival che ha il sapore dell’avventura, musicale e sportiva. In Val di Fiemme, dal 12 al 19 marzo, la black music più popolare, il jazz, il funk faranno parte del paesaggio invernale delle Dolomiti, con numerosi concerti all’aperto in alta quota nei luoghi di riferimento per gli sport invernali.

Raggiungibili con gli impianti di risalita o sciando, offrono uno stimolante cocktail di natura e sport, di neve e musica. Al Dolomiti Ski Jazz i concerti si ascoltano con gli sci ai piedi, direttamente sulle piste, tra una discesa e l’altra, con un orecchio ai ritmi più coinvolgenti e l’occhio sui paesaggi alpini innevati. Sonorità sempre nuove e paesaggi ogni giorno diversi per i concerti che si svolgono verso l’ora di pranzo nei suggestivi rifugi in alta quota, tutti a ingresso gratuito.

La sera invece ci si rilassa a fondo valle, dove la musica continua a pieno ritmo tra teatri, locali notturni e hotel, con i nomi di spicco del programma: Donny McCaslin, Ty Le Blanc, Roberto Gatto, Boris Savoldelli tra gli altri.

info@dolomitiskijazz.com 

Il Programma QUI

Categorie: cultura, Info Turistiche | Tag: , , | Lascia un commento

The River Journal

Mercoledì prossimo, 16 dicembre, finalmente presentiamo il nostro viaggio lungo il grande fiume Po a Milano presso lo Spazio Maimeri in zona Navigli/Porta Genova. Per gli amici milanesi e per chi è di passaggio, saremo ben felici di avervi con noi per passare una bella serata e bere un bicchiere insieme. Fate girare l’invito, la serata è aperta a tutti!

N. Fontana

Categorie: iniziative | Tag: , , , | Lascia un commento

Musica nel VenTo

Musica nel Vento: il primo itinerario ciclo-musicale d’Italia

fiab-onlus.it, 02/11/2015

E’ stato presentato a Cremona “Musica nel Vento”, studio finanziato con 150.000 euro da Fondazione Cariplo nell’ambito del bando Brezza, e tendente a valorizzare alcuni itinerari ciclistici di collegamento fra la pianura lombarda e il fiume Po.

Musica nel Vento interessa il territorio compreso tra Adda e Serio nelle province di Bergamo, Lodi, Cremona. Lo studio ha evidenziato alcune direttrici ciclistiche già esistenti, all’interno delle aree naturali protette, come il Parco del Serio ed il Parco dell’Adda Sud, nelle quali incentivare uno specifico tema d’interesse: la musica.

Bergamo, Crema, Lodi e Cremona, oltre ad essere centri storici di grande pregio, sono anche i luoghi dove la cultura musicale italiana ha visto nascere scuole e protagonisti (compositori, cantanti, strumentisti). Inoltre, la tradizione liutaria cremonese è stata iscritta dall’UNESCO nella lista rappresentativa del patrimonio immateriale dell’Umanità.

Lungo gli itinerari sarà possibile visitare le case natali di alcuni compositori, i teatri che misero in scena le loro opere, i laboratori dove si realizzano artigianalmente gli strumenti. Ma non solo, gli itinerari saranno davvero “musicali” perché divisi in singoli tratti, ad ognuno dei quali sarà assegnata una playlist scaricabile a casa dal sito internet di Musica nel Vento e ascoltabile lungo il percorso con gli auricolari. Inoltre gli itinerari saranno dotati, in alcune piazze dei paesi attraversati, di simpatiche installazioni dove poter avvicinare il mondo della musica con “scatole sonore”, chiavi di violino didascaliche, strumenti da provare, audio-guide con brani musicali per alternare la pedalata con una piacevole sosta.

Musica nel Vento potrebbe partire idealmente dalle cascate di Valbondione e percorrere subito la bella ciclabile della Val Seriana fino a Seriate per entrare poi nel Parco del Serio, percorrendone le sponde fino a raggiungere Crema. Da qui, lungo i canali ed i navigli per Genivolta, Paderno Ponchielli, Casalbuttano fino a Cremona, degna e sontuosa meta finale di questo suggestivo percorso tra natura, arte e cultura musicale.

Lo studio è condiviso e finanziato da:  1. Comune di Cremona (capofila); 2. Parco Adda Sud; 3. Parco del Serio; 4. Comune di Crema; 5. Comune di Cassano d’Adda; 6. Plis del Serio Nord; 7. Plis del Morbasco; 8. Associazione Pianura da scoprire (Treviglio).

Appoggiano e sostengono lo studio: Provincia di Cremona, Ster di bergamo, Ster di Cremona, Fiab Bergamo A.Ri.Bi, Fiab Cremona.

A Fiab Cremona, attraverso una convenzione con il Comune capofila (Cremona) è stato assegnato lo studio delle ricadute economiche ed una parte della comunicazione dell’intero progetto.

Categorie: bicicletta, percorsi ciclabili | Tag: , , , , , , | Lascia un commento

Blog su WordPress.com.