Come quando fuori piove. Il museo geologico.

Le giornate di pioggia in montagna, soprattutto quando si va in giro con gnomi al seguito, sono sempre un bel problema. Se poi il vostro gnomo ha una vitalità difficilmente gestibile in un appartamento o, peggio ancora, in una stanza di albergo… Ecco che urge un “piano B”.

Se siete in val di Fiemme o di Fassa un buon “piano B” è costituito dal Museo Geologico di Predazzo, Fondato nel 1899 per iniziativa della Società Magistrale di Fiemme e Fassa allo scopo di valorizzare il patrimonio geologico e naturalistico locale e di promuoverne la conoscenza, è ora una sezione del Muse di Trento. È stato recentemente sistemato: lo scorso anno siamo andati a fare una escursione guidata al Buffaure, e ci ha accompagnato Thomas, che ha curato l’allestimento del museo.

Qui potete trovare una ricostruzione della complessa storia geologica della zona (i sedimenti marini, le barriere coralline che hanno originato la dolomia, i vulcani), una storia che ha trasformato queste valli in una specie di paradiso un terra per geologi già nel XIX secolo. Sì, perché esistono rocce che portano nomi di questi luoghi perché qui sono state scoperte (ad esempio la monzonite, una roccia magmatica, o la predazzite, un tipo di calcare usato anche per decorare la chiesa attigua al museo), ma in tutta la zona si trovano molte tipologie di minerali e rocce. Del resto, soprattutto in val di Fiemme, ma anche nel vicino Vanoi, l’attività estrattiva ha sempre avuto un certo rilievo, a volte con risvolti drammatici: se vi ricordate  il disastro di Stava è stato originato dallo smottamento della parete di una vasca di contenimento fanghi per una miniera di fluorite.

Qui sono visibili anche diversi campioni di fossili rinvenuti nelle rocce sedimentarie della zona, oltre a monitor interattivi e video, dedicati a luoghi e persone: fra questi, la storia di Christomannos, l’imprenditore che ha “inventato” la Statale delle Dolomiti e fondato numerosi alberghi in zona, e di Maria Mathilda Ogilvie Gordon, scozzese, ai tempi non ammessa all’Università di Berlino in quanto donna ma che con i suoi studi ha dato un contributo notevole allo studio della geologia delle dolomiti.

Un’installazione un po’ curiosa è costituita dalla ricostruzione in legno di un camino vulcanico munito di panca (sembra un po’ una sauna, anche per il profumo dell’essenza utilizzata) all’interno del quale vengono proiettate alcune immagini di colate laviche.

Nella saletta video vengono proiettati filmati dedicati alle dolomiti e alle persone che hanno legato la loro vita a questi luoghi: alpinisti quali Tita Piaz, Emilio Comici, Cesare Maestri, Nives Meroi, Mauro Corona, ma anche i volontari del soccorso alpino della val di Fassa.

Una curiosità: quando nei secoli scorsi gli scienziati venivano qui a studiare la geologia delle dolomiti alloggiavano presso l’alberto Nave d’Oro di Predazzo. Il libro degli ospiti era diventato un sunto delle ricerche dell’epoca, perché ogni geologo vi scriveva impressioni e appunti, o vi riportava i propri schizzi. Ora l’albergo non esiste più, ma l’ultimo proprietario ha donato alla collettività questi quaderni, che ora sono esposti presso questo museo.

Per quanto riguarda aperture (possono variare in funzione del periodo) e prezzi: trovate tutto sul sito del Muse, ma sappiate che il prezzo del biglietto è decisamente contenuto, anzi, è previsto anche un biglietto famiglia. Sono inoltre previsti laboratori per bambini.

La visita al museo può essere completata con il vicino “Sentiero geologico del Dos Capèl”.

IMG_20160801_100105

Annunci
Categorie: Info Turistiche | Tag: , , , | Lascia un commento

Navigazione articolo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: