Aosta in bicicletta, in cantiere nuove ciclabili

bikeitalia.it, 08/01/2016

“Entro il 2021 Aosta avrà una moderna pista ciclabile lunga 18 chilometri”. Parola dell’assessore alla Mobilità del Comune di Aosta Andrea Paron. Alla vigilia di Natale la Giunta comunale ha approvato la scheda di progetto della rete ciclopedonale e dei servizi di mobilità ciclabile della città di Aosta, che sarà finanziata per quasi due terzi dall’Unione Europea: “Per i lavori di ‘Aosta in bicicletta’ (termine previsto dicembre 2021, ndr) il Comune potrà contare su 4.850.000 euro: 3 milioni dalla Regione (derivanti da fondi europei), il resto dal piano nazionale per la sicurezza stradale”, precisa l’assessore Paron.

Su una superficie complessiva di 21 km quadrati – a tanto ammonta l’estensione della Comune di Aosta – 18 chilometri di ciclabile non sono pochi: attualmente ne sono presenti 7, ma è in cantiere un piano articolato per dotare la città di altri 11 km per creare una rete capillare ciclabile, in modo tale da favorire gli spostamenti in bicicletta e disincentivare l’utilizzo del mezzo privato motorizzato. La progettazione è stata realizzata a “costo zero” per l’amministrazione, grazie al lavoro svolto dall’apposita unità di Progetto, a cui è stato affidato il compito di realizzare a livello progettuale la rete ciclabile e ciclopedonale cittadina, prevedendo la ricucitura e il completamento dei tratti esistenti e i collegamenti alle piste ciclabili intercomunali e lo sviluppo della mobilità ciclabile inserita nell’integrazione multimodale degli spostamenti tramite i parcheggi cittadini e di interscambio e i servizi di mobilità alternativa.


Lo sviluppo futuro della mobilità ciclabile a discapito dell’utilizzo dell’auto contribuirà inoltre alla scorrevolezza della circolazione stradale, all’alleggerimento del carico veicolare, alla riduzione dell’inquinamento ambientale, a rendere maggiormente vivibile la città. Come precisa il Comune di Aosta in una nota: “Gli obiettivi del progetto: incentivare la mobilità ciclabile in quanto modello di spostamento urbano che contribuisce a rendere il centro cittadino a misura di pedoni e ciclisti e maggiormente protetto dal traffico e dall’inquinamento veicolare, porre in maggiore sicurezza le diverse modalità di spostamento tramite la separazione dei percorsi che attualmente, in diverse situazioni, si trovano forzatamente a coesistere sulle stesse vie cittadine”.

La declinazione del progetto si svilupperà attraverso la realizzazione infrastrutturale della rete, collegando i tracciati ciclabili con parcheggi di interscambio e servizi a supporto della mobilità in bicicletta; ma anche integrando le risorse del territorio per potenziare l’attrattività turistica degli itinerari ciclabili. 

Dunque l’investimento è finalizzato da un lato a ricucire tratti già esistenti – per renderli integrati nel tessuto della mobilità cittadina – e dall’altro ad affiancare alla ciclabilità in senso stretto anche Zone a Traffico Limitato, aree pedonali e Zone 30 (strade di quartiere) per aumentare la sicurezza stradale in ambito urbano. La progettazione preliminare è prevista per il 2016, quella definitiva entro il 2017.

Annunci
Categorie: mobilità sostenibile | Tag: , , | Lascia un commento

Navigazione articolo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: