Via lattea – L’arte della terra

Anche se sono moooolto critica nei confronti di Expo, credo che questa iniziativa del FAI meriti attenzione, e spero che venga proposta anche nei prossimi anni.

Via Lattea è un progetto quinquennale (2011-2015) ideato e organizzato dal FAI, in collaborazione con Expo 2015, con l’obiettivo di promuovere e valorizzare l’immenso patrimonio di natura e cultura della cintura agricola che cinge Milano, un territorio che, con oltre 47.000 ettari, rappresenta una delle aree verdi metropolitane più estese d’Europa, punteggiata da cascine, abbazie millenarie, mulini e borghi storici, esempio della fruttuosa integrazione tra testimonianze culturali e realtà produttive.

Ragazzi svegliatevi, dovete salvare la terra. Dipende da voi il futuro dell’ambiente, la bellezza e la gioia della vostra vita.

È questo l’appello lanciato di recente ai giovani da Giulia Maria Crespi, che il 28 aprile 1975 fondò il FAI – Fondo Ambiente Italiano con lo scopo di contribuire alla tutela, conservazione e valorizzazione del patrimonio d’arte e natura italiano. Da allora il FAI si impegna ogni giorno nel restauro e apertura al pubblico di luoghi di straordinaria bellezza, in attività di sensibilizzazione alla conoscenza e al rispetto della nostra cultura e nel presidio costante del territorio in difesa del nostro paesaggio.

Difendere il paesaggio significa anche difendere l’agricoltura che, con i campi coltivati e le vie d’acqua, lo disegna e ne è parte integrante e vitale. “Più AgriCultura = più Cibo, più Salute, più Lavoro, più Difesa del Territorio” è proprio la consapevolezza che sta alla base di Via Lattea, progetto che, grazie all’aiuto di oltre 600 volontari, il FAI organizza per avvicinare tutti, ma soprattutto i giovani e i bambini, all’identità del proprio territorio e ai temi dell’alimentazione, attraverso un’esperienza gioiosa e coinvolgente.

Un’agricoltura di qualità, che produce cibo buono e sano ma che offre anche opportunità di formazione e di lavoro, che può essere meta di un turismo intelligente e barriera contro il degrado del territorio, nella pianura lombarda esiste. Via Lattea, così chiamato in onore di un prodotto simbolo dell’agricoltura, vuole testimoniarlo.

In un’area che dovrà offrire attrattive e ospitalità ai visitatori di EXPO, il FAI si propone di tenere aperti nel 2015  8 circuiti ciclo pedonali organizzati dal 2011 al 2014, programmando visite alle cascine e laboratori artigianali, musei e beni architettonici lungo i percorsi, attività didattiche per le famiglie e degustazioni di prodotti tipici.

Obiettivi

Via Lattea si propone di:
• Fornire un contributo, sia concettuale sia concreto, al tema di Expo 2015 “Nutrire il Pianeta” , promuovendo e valorizzando l’agricoltura come elemento che definisce l’identità culturale di un territorio e ne sostiene lo sviluppo economico
• Riallacciare quel rapporto millenario tra città e campagna indispensabile alla sopravvivenza di entrambe, proponendo un modello replicabile in altri contesti territoriali
• Dare risposta all’esigenza emersa nelle Primarie della Cultura indette dal FAI, che hanno indicato la difesa dell’agricoltura come priorità
• Stimolare la partecipazione attiva a un progetto che può contribuire a migliorare la qualità della vita
• Far conoscere le risorse del territorio nella consapevolezza che “si difende ciò che si ama e si ama ciò che si conosce”
• Favorire la crescita delle imprese agricole, in particolare del Parco Agricolo Sud Milano, quale garanzia imprescindibile per la tutela della sua identità culturale e paesaggistica (come sancito dal protocollo firmato con Expo S.p.A. nel luglio 2011)
• Presentare le opportunità di formazione e di lavoro che le imprese del settore agricolo possono offrire

Zibido – Casina Zipo Ca’ Grande

Dopo la pausa estiva si riprende con il circuito

5 – Zibido San Giacomo – L’arte della terra

13/09/2015

Il circuito presenta due fra le cascine del Parco a Sud Milano con più alto valore storico architettonico. Infatti, Casina Cà Grande è tutelata dalla Sovrintendenza ai Monumenti dello Stato.

Oltre alla visita alle cascine da latte, sono organizzati tour guidati alla scoperta delle marcite e delle flora e fauna locali.

È stato organizzato un ricco calendario di attività didattiche ed eventi, tra cui un concerto in collaborazione con la rassegna MITO  SettembreMusica.

Zibido – Cascina Tavernasco

Come arrivare

In autobus: linea 101 Milano Binasco (Servizio PMT srl) da Milano Famagosta. Orari festivi: andata 8.05/9.35/13.35 ritorno 15.42/18.42
In auto: SS35 all’altezza dell’indicazione Zibido San Giacomo prendere la SP139. Alla seconda rotonda svoltare a sinistra in via Togliatti e seguire le indicazioni per cimitero e comune.
Punto di partenza: Zibido San Giacomo, Via P. Togliatti, frazione di San Giacomo (ampio parcheggio del cimitero)
Noleggio biciclette con contributo di 10 € fino a esaurimento.
La Cascina Zipo Cà Grande (tappa 7) può essere raggiunta anche a piedi.  Per le altre cascine è disponibile un servizio navetta del Comune.

Scarica il VOLANTINO

Vedi il SITO

Per informazioni: Segreteria Via Lattea: Tel. 02.467615340, vialattea@fondoambiente.it

FAI Via Lattea è anche su facebook

Annunci
Categorie: bicicletta, iniziative | Tag: , , | Lascia un commento

Navigazione articolo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: